per donare DPI

Vi diamo alcuni punti di riflessione per massimizzare l’effetto delle vostre donazioni:

1° COMANDAMENTO – preservare voi stessi
In situazioni di emergenza il primo dovere dell’operatore è salvaguardare la proprio salute.
Per cui quando donate ricordatevi le norme igieniche di prevenzione del contagio:distanza minima, lavaggio mani e non uscite se avete sintomi anche lievi come febbricola, mal digola,ecc… Dovete quindiauto-istruirvi su questo.
Una regola fondamentale è di non recarsi a donare in zone a rischio come ospedali covid, organizzate nel caso un incontro fuori.

2° COMANDAMENTO – triage
Le risorse sono poche e devono andare a chi ne ha davvero bisogno. Per cui auto-istruitevi su quali solo le linee guida attuali OMS per l’utilizzo dei DPI nelle varie situazioni.
Riassumendo:
a) i presidi più importanti come maschere ffp2 e ffp3, camici impermeabili dpi 3, visiere devono andare agli operatori del ciclo covid, come operatori delle ambulanze, ospedali covid e unità speciali di continuità assistenziale ovvero le guardie mediche che andranno a fare le visite domiciliari
b) altri materiali come mascherine chirurgiche, occhiali protettivi, visiere, camici non impermeabili possono andare a ospedali per ambienti ordinari non covid e ad altre strutture come le residenze per anziani dove possono servire a non far entrare il virus, che altrimenti sarebbe una strage
c) oltre a questo servono a servizi di utilità come polizia, protezione civile, pompieri, ecc…
Quando i DPI scarseggiano ovviamente dovrete dirottare tutto al vertice dei bisogni, come gli ospedali.

3° COMANDAMENTO – non competere
Non dovete competere con gli enti per l’acquisto dei materiali, rischiate tutti di rincorrere lo stesso fornitore e di privare di materiale chi ha più informazioni per meglio distribuirlo
Dovete trovarlo localmente: dentisti, veterinari, estetisti, tatuatori, nei negozi di hobbistica trovate occhiali, tute da imbianchino, occhiali protettivi ottimi sono quelli da soft-air o quelli che trovate nelle scuole di paracadutismo.

4° COMANDAMENTO – istruite all’uso dei DPI
Un grande problema è evitare che i DPI vengano utilizzati in maniera non corretta. Auto-informatevi sull’uso corretto dei DPI e sensibilizzate le persone a cui le donate in questo senso. Non si tratta solo di mettersi una mascherina in faccia, è una questione più complessa che dovete approfondire. Ad esempio durante la svestizione la mascherina è l’utlima cosa che si toglie e quando lo si fa occorre tenere gli occhi chiusi e trattenere il respiro. Il cellulare non va portato nei reparti a rischio e negli altri casi va imbustato ermeticamente. Non sottovalutate mai l’importanza di scolarizzarvi al riguardo

5° COMANDAMENTO – niente roba fuffa
Cercate sempre di fornire prodotti certificati. Se avete qualche dubbio postate sul gruppo il prodotto, la foto delle sue certificazioni e uso e luogo a cui è destinato. Va bene usare occhiali da hobbistica per proteggersi dagli schizzi ma non possiamo dare mascherine non certificate a chi affida la vita a questo DPI. Nel caso di procedure off-label come il riutilizzo della mascherine dopo sanificazione

6° COMANDAMENTO – create una rete
Create una rete ispirandovi al nostro gruppo, interfacciatevi con le autorità: ospedali, direzione sanitaria, sindaco, protezione civile, per chiedere di cosa hanno bisogno. Potete creare un magazzino appoggiandovi a queste autorità e dover far confluire le donazioni. Ma abbiate comunque l’accortezza di capire che le cose finiscano al posto giusto

7° COMANDAMENTO – competenze
Aumentate le competenze del gruppo sfruttandole per tutto:potete fare un gruppo di grafici ed informatici per aiutarvi a creare e diffondere informazioni utile come consigli sull’uso dei DPI o sui comportamenti importanti da seguire per evitare il contagio. Potete dedicare amministrativi a gestire le richieste e le donazioni che dovrebbero essere registrate.

8° COMANDAMENTO – feed back
Chiedete sempre a chi vi fa una richiesta di materiale di comunicarvi se è stata evasa oppure no, e di stressarvi fino a che non sia stata evasa. In questo modo non lascerete nessuno indietro.

9° COMANDAMENTO – orientamento delle risorse
Se vi avvisano che in un reparto ospedaliero stanno finendo qualcosa concentratevi tutti su quello.

10° COMANDAMENTO – elasticità mentale
Se il fattorino delle pizze vi chiede un mascherina perchè ha paura, dategliela e fategli un corso su come evitare l’infezione consegnando le pizze: distanza, lavaggio mani, lavaggio auto, soldi in buste, resto contato. Poi spiegateli che può sanificarla con una spruzzata di alcol e riutilizzarla. Questo perchè se smette di consegnare le pizze perchè ha paura il morale della gente si abbassa, e dovete pensare anche a quello.

11° COMANDAMENTO – trovate uno psicolgo
Mettete a disposizione del gruppo un supporto telematico o telefonico di supporto. La gente nelle emergenza rischia di esaurirsi e dovete aiutarle.

12° COMANDAMENTO – niente eroi
Consigliate a tutti gli operatori che non dispongono di adeguati dpi e di formazionea riguardo di non entrare in contatto con covid anche sospetti e di demandare.

Per qualsiasi dubbio sulla gestione delle rete di donazioni fate un post e chiedete, taggandomi così lo leggo.

Buon lavoro
MOOSS

Tasty Breakfast

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec mattis pulvinar 

Birthdays & Events

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec mattis pulvinar 

Fresh Coffee

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec mattis pulvinar 

Riproduci video